I benefici dell’irrigazione Nasale con lo Yoga – YogaMea School

I benefici dell’irrigazione Nasale con lo Yoga, sono davvero rilevanti e l’importanza del praticare il Jala Neti durante lo Yoga, in special modo se è fatto con costanza; infatti anche noi di YogaMea school durante tutti i nostri corsi di Yoga, l’irrigazione nasale viene proposta ogni mattina per tutti i presenti, a chiunque lo desideri e ovviamente presso tutte le nostre strutture Yoga, sia in Italia, che in India.
In questo modo tutti nostri studenti, sia che essi siano con noi per un semplice Yoga Ritiro, o a maggior ragione che essi si stiano frequentando un corso di Formazione per Insegnanti di Yoga, li sottoponiamo alla stessa pratica dell’irrigazione nasale “Jala Neti”, anche detto, detergente Yogico.

Cosa serve per praticare il Jala Neti

  • Un pentola per bollire l’acqua e renderla sterile.
  • Sale
  • Un contenitore termos per mantenere stabile la temperatura della soluzione salina.
  • Un contenitore speciale “Vaso Neti Pot, o Irrigatore Nasale”(Questo speciale contenitore viene fabbricato appositamente per fare la pratica dell’irrigazione Nasale e beneficiare dei suoi effetti benefici. Puoi trovare questi simpatici e utili oggetti utili all’irrigazione nasale, con facilita su Internet. Sono facilmente reperibili in svariate forme, misure, colori e fattura.  a tutti consiglio di iniziare acquistandone uno in plastica, se la pratica poi risultasse per voi vantaggiosa, allora potrete passare ad un modello più costoso e di design migliore come in ottone, ceramica, vetro, acciaio, o altri materiali di pregio.)

Alcune immagini dell’irrigatore Nasale

Preparare la soluzione salina per il Jala Neti

La sera a casa vostra, prima di coricarvi, se avete deciso di sperimentare i benefici dell’irrigazione Nasale con lo Yoga – YogaMea School, mettete dell’acqua in pentola, (500ml per persona); aggiungete un cucchiaino da caffè colmo di sale e accendete il fuoco.
Al fine di rendere la soluzione sterile, è necessario portare all’ebollizione l’acqua e lasciarla bollire per almeno 10 minuti. Terminato questo primo passaggio, versate la soluzione ancora calda nel vostro termos, sigillandola con il suo tappo; è importante che ogni mattina prima di iniziare con l’irrigazione nasale, ci sia un controllo della temperatura dell’acqua. Versandone qualche goccia sul dorso della mano, potrete capire se sarà gradevole al punto giusto evitando di ustionarvi. Quindi nel caso la temperatura risultasse troppo elevata, potrete sempre scegliere di aspettare che l’acqua si raffreddi, o in alternativa potete aggiungere dell’acqua fredda, ma è importante che anche essa sia stata sterilizzata. Potrete premunirvi di acqua salina già bollita e mantenerla in frigo, con un apposito contenitore. Con il passare dei giorni che si continuerà la pratica di irrigazione nasale, sarete in grado di regolarvi con i tempi di bollitura da eseguire la sera, anticipando, o posticipando l’operazione, a seconda delle vostre esigenze.

 

Come si esegue l’Irrigazione Nasale

È consigliabile esercitare questa pratica piegandosi sul lavandino del nostro bagno; un altro modo è all’aperto, ovviamente se voi avete accesso ad uno spazio all’aperto, come ad esempio un balcone, o ancora meglio nel prato del vostro giardino… sarà un esperienza unica e per farlo in modo tradizionale basterà accovacciarsi semplicemente sulle ginocchia. Dopo avere riempito il contenitore con la soluzione, posizionate il becco del “Vasetto Neti Pot” su una delle due narici e inclinando la testa sul lato opposto darete inizio all’irrigazione nasale. Favorendo l’ingresso dell’acqua e cercando di regolare l’inclinazione del capo in tal modo da favorirne l’uscita del liquido dall’altra narice. L’esercizio di irrigazione nasale dovrebbe risultare abbastanza semplice da eseguire, ma non è sempre così. Armatevi di pazienza e vedrete ben presto ottimi risultati, quindi non perdetevi d’animo e continuate a provare sino a trovare la giusta inclinazione. Una volta trovata, mantenete la posizione sino allo svuotamento del contenitore “Neti Pot” e l’irrigazione nasale non è completa, ora tappate la narice utilizzata per l’ingresso dell’acqua e esercitando una leggera pressione con il dito medio, iniziate a soffiare ripetutamente, facendo uscire il più possibile i fluidi residui dalla narice opposta. Ripetete il soffio per almeno 10 volte e da ogni lato. Adesso potete ripetere tutto il processo iniziando dalla narice opposta.

I Benefici della pratica quotidiana del Jala Neti

Se diventa un abitudine scoprirete che i benefici dell’irrigazione Nasale con lo Yoga, possono davvero cambiare la qualità della vostra pratica.
Di fatto è sicuramente un’azione molto salutare, perché permette di contrastare in modo naturale, sinusiti e raffreddori.
Chiunque può praticare l’irrigazione nasale, non si conoscono controindicazioni, è talmente sicuro che è adatto anche per i bambini. Se fatto con costanza, aiuta a ridurre le infiammazione del sistema respiratorio, alleviando e talvolta eliminando anche i comuni dolori quali cefalee. Un antica tecnica di pulizia personale che non aiuta solamente a contrastare i raffreddori. Ma è anche un valido rimedio di prevenzione per contrastare influenze in generale e virus gastroenterici. Altri sono I benefici dell’irrigazione Nasale con lo Yoga, quali agire per esempio da protettore delle mucose e non interviene solo eliminando la causa, ma aiutando anche il nostro sistema immunitario e le cellule presenti nell’epitelio nasale, favorendone il trasporto del muco. I benefici dell’irrigazione Nasale e la sua pratica inoltre offrono giovamenti a chi soffre dalla sindrome delle apnee ostruttive nel sonno (OSAS), e per le persone invece che hanno la Rinopatia Professionale.

Come ad es: Spazzini, carrozzieri, operatori ecologici, fornai, falegnami, carpentieri, manovali, tipografi, e chiunque sia costretto a lavorare in aree soggette alle polveri, possono vivere di queste patologie infiammatorie.
Durante i nostri corsi di formazione per insegnanti di Yoga, diamo a tutti i nostri seminaristi l’opportunità di provarne l’esperienza ed anche per questo che facendola così di frequente possiamo descrive I benefici dell’irrigazione Nasale con lo Yoga – YogaMea School, é una grande difesa contro la rinite allergica e grazie alla sua azione detergente, pulisce le cavità nasali dalla presenza dei pollini e le impurità inalanti. 
Ammorbidisce le croste che si formano nelle cavità nasali, che si creano in presenza di aria troppo secca, ripristinando la sua naturale umidità.

Da migliaia di anni e ancora oggi, è una pratica comune sia nell’Ayurveda, che nel mondo Yoga, essendo una pratica fondamentale per lo Shatkarma, volta a favorire il Pranayama (tecniche di respirazione)

In occidente si spendono ingenti somme di denaro per accedere a cure termali e tra le diverse attività terapeutiche prescritte dai medici di tutto il mondo, ci sono anche la versione occidentalizzata del Jala Neti, meglio conosciuta come “Irrigazione nasale”

questa pratica si effettua attraverso l’ausilio di tubi di gomma e piccole pompe idrauliche, le quali spingono e favoriscono la fuoriuscita del liquido con la pressione esercitata grazie ad esse.

In alternativa è facile farlo da se, utilizzando il buon vecchio sistema manuale, in tutta la comodità di casa.

Solo il meglio per voi cari amici di YogaMea School.

Timea Vitez
E-RYT 500 YACEP 

E-RYT 500 YACEP Yoga Alliance USA


Categories: Non categorizzato

Post Your Thoughts